welfare community

 

La scuola dovrebbe divenire un luogo di integrazione socio-culturale e dovrebbe aprirsi all’ascolto delle differenze; tuttavia non può essere l’unico soggetto che accoglie su di sé la responsabilità di orientare i minori verso spazi di crescita simbolica e culturale. È l’intero territorio che dovrebbe responsabilizzarsi e per tale motivo. Il progetto della sezione musicale si propone di elaborare interventi basati sul concetto di “welfare community.” Con “welfare community” si vuole intendere quella comunità solidale in grado di modificare profondamente i rapporti tra istituzioni e società civile. Alla base vi è quindi il concetto di solidarietà sociale, intesa come coesione e attività volta al bene comune, dove ogni singolo soggetto (individuale, istituzionale e associativo) ha la responsabilità nella costruzione di una rete e di attività volte alla protezione del minore e alla soddisfazione dei bisogni individuati. Una “coppia” virtuosa: la scuola e il territorio. Il confine diventa la porta di accesso e di uscita, il luogo dell’incontro e dello scambio che produce un reciproco accrescimento.  La condivisone dell’azione progettuale con l’associazione Controchiave che “anima” la vita culturale del quartiere da 23 anni, e il Municipio VIII evidenzia la natura sociale e inclusiva del progetto.

 

© 2014 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode